Domande su TPMS?
Le risposte più importanti

FAQ

Cosa significa TPMS?

TPMS è l’acronimo di Tyre Pressure Monitoring System, sistemi di controllo della pressione dei pneumatici. Tali sistemi servono a monitorare la pressione dei pneumatici per minimizzare il numero degli incidenti causati da pneumatici difettosi. Una corretta pressione di gonfiaggio permette di risparmiare carburante e massimizzare la durata del pneumatico.

Perché ho bisogno di un sistema TPMS?

  • Per aumentare la sicurezza di guida e diminuire del rischio di incidenti. A causa di una pressione di gonfiaggio diversa da quella raccomandata si possono allungare notevolmente gli spazi di frenata, peggiorare il comportamento del veicolo in curva e creare situazioni di surriscaldamento dei pneumatici.
  • Per evitare un aumento nei consumi di carburante e delle emissioni di CO2 grazie all’ottimizzazione della resistenza al rotolamento.
  • Per massimizzare la durata dei miei pneumatici.

Quali sono i vantaggi di un sistema TPMS?

  • Eventuali problemi legati alla pressione dei pneumatici vengono immediatamente rilevati e comunicati al conducente che in questo modo ha la possibilità di fermarsi in tutta sicurezz.
  • Le situazioni di emergenza possono in questo modo essere non solo rilevate prontamente ma anche evitate.
  • Non sarà più necessario controllare manualmente la pressione dei pneumatici

I sistemi TPMS sono obbligatori per legge?

Il regolamento Europeo sul controllo della pressione dei pneumatici è in vigore da Novembre 2012 per veicoli di nuova omologazione e da Novembre 2014 per tutti i veicoli (vetture e camper) di nuova immatricolazione.

Quali caratteristiche deve avere un sistema TPMS?

  • Avviso in caso di perdita di pressione di un solo pneumatico (entro 10 minuti): riduzione del 20% rispetto alla pressione consigliata a 1,5 bar.
  • Avviso in caso di perdita di pressione di tutti e quattro i pneumatici (improvvisa perdita di pressione): riduzione del 20% rispetto alla pressione consigliata a 1,5 bar.
  • Misurazione della pressione a partire dai 40 km/h fino alla massima velocità del veicolo.

Cos’è un sistema TPMS indiretto?

I sistemi TPMS indiretti utilizzano i dati raccolti dal sistema ABS del veicolo. Questi derivano una perdita di pressione del pneumatico dall’aumento dei giri di quest’ultimo nell’unità di tempo. Questi sistemi hanno ovvi limiti dovuti alle tolleranze dimensionali di legge e al contrario dei sistemi diretti non sono adatti a tutti i veicoli.

Vantaggi rispetto ai sistemi diretti:

  • Nessun lavoro aggiuntivo durante le operazioni di montaggio del pneumatico (non ci sono sensori)
  • Economicità
  • Svantaggi rispetto ai sistemi diretti:
  • Imprecisione
  • Misurazione solo a veicolo in movimento
  • Cos’è un sistema TPMS diretto?

    I sistemi TPMS diretti misurano e archiviano precise misurazioni di pressione attraverso sensori applicati alle valvole. Questi dati vengono trasmessi in tempo reale e mostrati al guidatore. Sono in grado di registrare sia perdite di pressione improvvise che perdite di pressione lente e regolari.

    Vantaggi rispetto ai sistemi indiretti:

    • Rilevazione dei dati molto precisa
    • Funzioni accessorie, quali il riconoscimento della posizione del pneumatico, la misurazione della temperatura, il rilevamento di una perdita di pressione anche a veicolo fermo, controllo della ruota di scorta.

    Svantaggi rispetto ai sistemi indiretti:

    • Notevole aggravio di lavoro per effettuare il cambio gomme
    • Necessità di equipaggiare ogni treno (estivo/invernale) con sensori
    • Variazione delle procedure di officina (con aggiunta di operazioni quali controllo sensori, riprogrammazione, montaggio)

    Quali conseguenze ha l’introduzione dei sistemi TPMS per il proprietario del veicolo?

    A causa della complessa tecnologia TPMS diventa più complicato provvedere autonomamente ad un cambio gomme.

    Nel caso in cui si accenda la spia (pneumatico o sensore danneggiato) avrà bisogno di recarsi in un’officina attrezzata per la gestione dei sistemi TPMS.

    Quali conseguenze ha l’introduzione dei sistemi TPMS per l’officina?

    Per le officine diventa in pratica obbligatorio prepararsi alla gestione della tecnologia TPMS per tempo in modo da poter servire correttamente i clienti che hanno un veicolo equipaggiato con sistemi TPMS e da potersi posizionare sul mercato come specialisti TPMS.

    Nei prossimi anni la presenza dei sistemi TPMS aumenterà e la domanda crescente di sensori in sostituzione di sensori di primo equipaggiamento scarichi e sensori da montare su treni di pneumatici invernali costituirà un’interessante opportunità di fatturato.

    Le officine dovranno perciò essere correttamente preparate per quanto riguarda la gestione degli strumenti di diagnosi e programmazione e essere forniti di sensori e parti di ricambio (guarnizioni, valvole ecc.)

    Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
    Più informazioni